La nostra Storia

 

 

In breve la descrizione dell’Azienda.
Titolare è Valerio Gallerati, Perito Tecnico Agrario, iscritto ma mai laureato alla facoltà di Agraria di Bologna.
Il vivaio nasce nel 1997 per la produzione di giovani piante forestali in vaso. Si sono gradualmente abbandonati i vasi classici lisci, orientandosi verso contenitori tecnici in grado di assicurare materiale di qualità superiore. A questo scopo si sono adottati vasi ed alveoli antispiralizzazione che favoriscono uno sviluppo radicale corretto ed una
fitta capillarizzazione, sfruttando il principio della potatura aerea. Quello che maggiormente ci contraddistingue però, è l’assortimento della nostra produzione.
Abbiamo deciso di andare un po’ oltre le solite specie da imboschimento, cercando in natura le essenze meno diffuse e conosciute, gli endemismi, le specie minori, le abbiamo trovate e riprodotte. Inoltre cerchiamo quanto più possibile di procurarci sementi in modo diretto, attingendo ai popolamenti locali, sia nel caso delle specie arboree certificabili (legge 386) e da reperire all'interno delle aree da seme (alla determinazione delle quali abbiamo collaborato attivamente con la regione), sia per le essenze arbustive non sottoposte a tale regola, convinti che la salvaguardia degli ecotipi locali, sia un valore da difendere.
Dal 2007 circa, è iniziata in vivaio l'esperienza legata alla coltivazione del Lycium barbarum, meglio noto come Goji.
Questa pianta dalle "miracolose" bacche, appartiene alla flora tibetana, ed è coltivata in Cina da circa 5000 anni. Le proprietà della bacca ricchissima di antiossidanti ed altre sostanze molto utili, sono oggi sotto l'attenzione del mondo scientifico mondiale e dei media, che ne hanno fatto un vero e proprio fenomeno di moda.
Il vivaio lo riproduce a partire da seme e da talea, seguendo il metodo di coltivazione biologica a cui è ormai vincolato da anni.
Oltre al Goji in vivaio si riproducono altre specie alimentari, sempre legate al contenuto vitaminico ed antiossidante, quali l'Aronia melanocarpa, l'hippophae rhamnoides, la berberis vulgare, il Cornus mas, la Rosa canina, i Ribes, i lamponi e le more, il Sorbus domestica, l'Asimina triloba, etc...

Immagine del titolare di vivaio vita verde

 

DOVE SIAMO

 

Da Milano A1 fino a Bologna,

Poi A 13 in direzione Padova. Uscita Altedo.

Da qui Seguire a destra per S.Pietro in Casale. Arrivati alla fine di via Altedo seguire a destra e poi subito a sinistra in direzione Poggetto-Massumatico, salire il cavalcavia e affrontare la rotonda seguente prendendo a destra in direzione S.Alberto.

Giunti oltre l’abitato di S.Alberto, al bivio prendere a sinistra per Galliera. Giunti in via Coronella seguire dritto fino all’abitato, poi girare a destra verso la chiesa. Superare la chiesa ed il bar trattoria GALLIERA per girare a destra in via Primo Maggio(Indicazioni per Poggio Renatico e S.Venanzio).

Continuare per circa ottocento metri fino alla cartella del vivaio, sita al numero 27-29, prima dell’incrocio con via Piatesa.

 

Da Ancona A 14 fino a Bologna,

Poi A 13 in direzione Padova. Uscita Altedo

Da Venezia e Padova

A 13 in direzione Bologna Uscita Altedo


Clicca qui per visualizzare la mappa parte 1

Da Altedo a S.Pietro in Casale


Clicca qui per visualizzare la mappa parte 2

Da S.Pietro in Casale A Galliera (VIVAIO)

dove diamo.png

©2023 by Rocco's Bites. Proudly created with WIX.COM

  • logo instagram
  • Logo facebook
0